Monti PrenestiniToday

Cave, successo per il progetto scolastico di integrazione interculturale Erasmus +

L'iniziativa coinvolge i ragazzi della scuola di Cave e studenti di scuole di altri 5 paesi: Germania, Grecia, Turchia, Olanda e Macedonia

Nella giornata del 21 dicembre 2017 presso la scuola secondaria di I grado dell'Istituto Comprensivo di Cave, alla presenza del sindaco Angelo Lupi,  si è svolto il momento culminante del progetto internazionale Erasmus+ dal titolo “Reach out and lend a helping hand the humanity has no borders” sii disponibile a tendere una mano l'umanità non ha confini, finanziato dall'UE e che vede coinvolti i ragazzi della scuola di Cave e studenti di scuole di altri 5 paesi: Germania (Gesamtschule -Kerpen), Grecia (Gymanasium  Kaisariani- Atene),  Turchia (Yil/ Erfen -Zonguldak Devrek), Olanda (Csg Buildenveldert – Amsterdam), Macedonia ( Krste Misirkov- Skopje).

L'obiettivo del progetto

Durante la settimana i ragazzi coinvolti hanno illustrato alle autorità, ai genitori, agli altri studenti dell'istituto le attività svolte. Il progetto di scambio internazionale si pone l’obiettivo di promuovere una cultura dell’incontro, dell’accoglienza, come opportunità di crescita in una dimensione europea e in un’ottica interculturale. Attraverso momenti di incontro tra studenti e docenti dei paesi e scuole coinvolti si stanno analizzando le drammatiche situazioni personali e collettive di cui le dinamiche delle migrazioni sono una conseguenza, in particolare per quanta riguarda i rifugiati, nello stesso tempo si conosceranno le nuove sfide e difficoltà che i flussi migratori generano nei paesi accoglienti. Il contesto del progetto, inserito nell’attuale crisi dei rifugiati quale fenomeno complesso da affrontare, si pone l’ obiettivo, attraverso  l’ incontro con persone reali, di conoscere le singole storie al fine di sviluppare consapevolezza in un’ottica internazionale che possa condividere le esperienze e, attraverso il dialogo reciproco, immaginare soluzioni a problemi complessi nelle relazioni tra migranti rifugiati e cittadini dei paesi ospitanti.

Le attività degli studenti

Le attività che gli studenti coinvolti nel progetto stanno svolgendo prevedono workshop in cui si sviluppano “ language  teaching and training activities” e momenti di incontro presso le diverse scuole come la “ tolerance walk” a Skopje  e “let’ s create an awareness" a Colonia, YOUTH IN ACTION a Devrek.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lo sciacallo della Tiburtina incastrato da un tatuaggio: "Ora perderò il posto di lavoro?"

  • Politica

    Rifiuti a Saxa Rubra, è 'cortocircuito' grillino: così il XV ha risposto 'No' ad Ama e Comune

  • Incidenti stradali

    Incidente via Colombo: scontro tra tre auto. Quattro feriti, fra loro due bambini

  • Politica

    Carta d'identità, ancora disservizi a macchia di leopardo: "Raggi dia risposte su tempi di attesa"

I più letti della settimana

  • Tor Pignattara: cadavere trovato in strada, è morto Saor il trapper di Centocelle

  • Pesciolini d'Argento: cosa sono, come si formano e i segreti per eliminarli

  • Roma, maratone ed eventi sabato 18 e domenica 19 maggio. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sulla via Tiburtina: investito da un tir, morto un ciclista

  • Ciclista morto su via Tiburtina, sciacalli rubano il portafogli e prelevano 500 euro

  • Ciclista investito, ucciso e derubato su via Tiburtina: preso lo sciacallo

Torna su
RomaToday è in caricamento